Ozymandias

  Incontrai un viaggiatore di ritorno da una terra antica che disse: “Due immense gambe di pietra, senza tronco, s’ergono nel deserto…Vicino sulla sabbia, mezzo affondato, un volto infranto giace, il cui cipiglio e il labbro corrucciato, e il sogghigno di gelido comando, dicono che il suo scultore lesse accuratamente le passioni che ora, impresse su quelle cose inerti, sopravvivono … Continua a leggere